ELENCO CORSI OBBLIGATORI – BACHELOR OF ARTS

TagNomeSommarioDocenteCFUPrezzoAcquistahf:tagshf:att:pa_docente
AT110 - Panorama Antico Testamento

Scopo e Obiettivi

Orientarsi nei testi e nella storia di Israele, datare e conoscere gli autori e i redattori, teologie fondamentali, basi per comprendere il Nuovo Testamento. Tutto questo, e molto altro, in questo corso propedeutico allo studio dell’Antico Testamento. Conoscere l’Antico Testamento per vivere la fede, trasmetterla e insegnarla.

42.70 at110dr-walther-binni
AT111 - Pentateuco/La Torah

Scopo e Obiettivi
Introduzione al cuore della Rivelazione delle Sacre Scritture.
Il Pentateuco – Torah – è il fondamento per la comprensione del Nuovo Testamento.
Fra i numerosi temi trattati:
Giudaesimo e cristianesimo – dicotomia e unità? Creazione o formazione?
Traduzioni, redazioni e testo masoretico. Creazione, peccato e punizione, idolatria, i Patriarchi, la circoncisione.
La legge, il sacerdozio. “Ama il tuo prossimo” nella Torah. Il codice della santità.

170.80 at111dr-walther-binni
AT112 - Da Giosuè a Ester

Scopo e Obiettivi
Il corso fornirà allo studente, attraverso lo studio dei libri della Parola di Dio,
la possibilità di acquisire ampie conoscenze circa la storia, la teologia, l’ideologia,
i personaggi del popolo di Israele, dalla conquista della terra promessa al ritorno dall’esilio.

I libri storici : Giosuè, Giudici, Rut, 1-2 Samuele, 1-2 Re, 1-2 Cronache, Esdra, Neemia, Ester.

170.80 at112dr-walther-binni
AT210 - Introduzione ai Sapienziali - Giobbe

Scopo e Obiettivi
Studio del libro di Giobbe dal punto di vista storico-critico.
Significato teologico. Collocazione del libro nella storia delle religioni dell’antico vicino Oriente.
Approccio all’interpretazione del libro. Perché il bene e il male. Aspetti teologici e letterari.
Contestualizzazione nel testo. Rapporto tra uomo e mondo animale. Chi è l’uomo davanti a Dio.
Contrasto tra il mondo greco e la verità biblica. Libro rigidamente tematico.
Riguarda il male dell’innocente (classico tema di Teodicea).

85.40 at210dr-walther-binni
AT211 - Salmi

Scopo e Obiettivi
È un corso avanzato che si concentra sul libro veterotestamentario dei Salmi.
I 150 salmi sono molto di più di una raccolta di preghiere e canti di lode di Israele. Sono una panoramica delle rivelazioni di Dio ad Israele e alla chiesa, e la risposta di fede di Israele a Dio. I Salmi rispecchiano la fede di Israele. In essi vediamo la gioia, il pianto, la disperazione, e la meraviglia della risposta umana alla maestà amorevole di Dio. Essi testimoniano alla gloria di Sion, al patto davidico, alla fedeltà di Dio, all’Esodo, alla conquista della Terra Promessa, a Dio creatore, il Re e redentore, a Yahveh, il guerriero divino. Sono un sunto dell’Antico Testamento e un ponte verso il Nuovo.
Un’introduzione al libro dei Salmi tesa a dare delle chiavi di comprensione, di collocazione e di conoscenza dei contenuti.

85.40 at211dr-walther-binni
AT212 - Sapienziali

Per poter svolgere il seguente corso bisogna completare il corso  AT210 – Introduzione ai Sapienziali – Giobbe

Scopo e Obiettivi
Introduzione e strumenti di ermeneutica per un corretto approccio ai libri sapienziali.
Messaggio maestro/discepolo. Attenzione alla persona. I macro temi.
Il problema teologico e cristologico. La Sapienza.
Alcuni temi proposti. Profilo del saggio. Religione: rapporto uomo/Dio.

128.10 at212dr-walther-binni
AT311 - Profetismo in Israele

Lo studio dei profeti e dei libri a loro attribuiti, verterà sui seguenti temi ed argomenti: il profetismo in Israele e le differenze con i fenomeni oracolari del mondo circonvicino. Suddivisione fra Profeti scrittori e non scrittori; maggiori e minori. La vera valenza del profetismo in Israele fino ai giorni nostri: la differenza fra Haggadah e Halachà.

85.40 at311dr-walther-binni
AT312 - Profeti Maggiori

Scopo e Obiettivi

Corso di sorvolo e studio dei Profeti Maggiori e i relativi libri.
Essi rappresentano la continuazione della storia del popolo di Israele dalla morte di Mosè.
Sono di solito divisi in i Profeti anteriori o Libri storici e i Profeti posteriori o Libri profetici.
Sono libri di genere storico e in essi appaiono numerosi profeti in veste di consiglieri di corte e non di “scrittori”.

Lo studio dei profeti e dei libri a loro attribuiti. Isaia, Geremia-Lamentazioni, Ezechiele.

170.80 at312dr-walther-binni
AT313 - Profeti Minori

Scopo e Obiettivi

Corso di sorvolo e studio dei Profeti Minori e i relativi libri.
Profeti minori (detti anche i dodici profeti) sono gli autori di dodici libri profetici della Bibbia,
considerati un unico libro nella Tanakh dagli ebrei (Libro dei dodici)
Sono definiti “minori” per la brevità dei loro libri in contrapposizione con quelli degli altri autori di libri profetici.

128.10 at313dr-walther-binni
AT314 - Daniele

Obiettivi del corso

Il libro di Daniele è un misto delle parti più e meno conosciute della scrittura. Tutti sanno di Daniele nella fossa dei leoni; molti sanno di Shadrak, Meshak e Abednego nella fornace rovente; anche la storia della festa di Beltshatsar è conosciuta da alcuni, parzialmente perché questa è l’origine della frase “the writing on the wall” (N.d.T. lo scrivere sul muro, che in inglese vuol dire “presagio infausto”), che significa che il giudizio sta arrivando.

I capitoli più conosciuti di questo libro sono semplici da comprendere, ma ce ne sono altri tra i più difficili di tutta la Scrittura. Il linguaggio è insolito e i simboli e le figure sono oscuri.

Il libro è misto anche per quanto riguarda l’interpretazione. In esso c’è molto che può essere spiegato a livello umano. Il fatto che Daniele fosse sano, evitando di mangiare carne rossa e limitandosi a frutta e verdura, non dovrebbe sorprendere nessuno che si intenda di nutrizione. Ma ci sono anche eventi che hanno una chiara spiegazione soprannaturale e coloro che sono scettici di fronte a ciò che è miracoloso hanno difficoltà ad accettarli. Ad esempio, tre uomini gettati in una fornace rovente che è stata scaldata sette volte più del solito: non solo essi sopravvivono, ma i loro capelli non sono neppure rovinati!  In questo caso le spiegazioni naturali non funzionano.

85.40 at314dr-antonio-rozzini
CO160 - Introduzione al Counseling

Obiettivi del corso
Il Counseling si configura come una relazione di aiuto tra un operatore (in genere professionista) e una persona che ne richiede l’intervento. L’obiettivo della nostro Corso è comprendere il concetto di Counseling, nello specifico, cristiano. Limiti e contesti di utilizzo di questo strumento di aiuto.

42.70 co160dr-biagio-tinghino
CO162 - Counseling nella Sofferenza e nel Lutto

Scopo e Obbiettivo

Affrontando questo argomento considereremo principalmente l’aspetto legato alla morte, perché ogni tipo di sofferenza si ricollega a questa. Anche se non la coinvolge direttamente, la sofferenza è sempre provocata da una perdita di qualche tipo: perdita della salute (malattie proprie o altrui), del lavoro (pensionamento, licenziamento, disoccupazione), delle speranze, delle aspettative (invecchiamento, soprusi, ecc.), delle occasioni, rottura di una relazione (amicizie, separazioni, divorzi), perdita di un oggetto simbolico (ricordi di qualcuno caro, cimeli famigliari, vecchie fotografie), perdita delle proprietà (terremoto, incendio, ecc.) e via dicendo.
Una perdita, quindi la morte di qualcosa dentro o fuori di noi, fisica o morale, emozionale.

128.10 co162dr-gianfranco-giuni
CO260- La Sofferenza Psichica

Obiettivi del corso
Lungo il percorso del counseling non raramente ci si imbatte in persone con disturbi psichici o, con un’altra definizione, mentali. Parliamo di tutte le alterazioni (affettive, cognitive o relazionali) che si manifestano con stati d’animo o comportamenti che provocano sofferenza o rendere difficile l’integrazione sociale. In ambito professionale, si occupano delle malattie mentali gli psicologi e gli psichiatri. Gli psicologi affrontano soprattutto gli aspetti consapevoli e inconsapevoli dei disturbi, la loro storia, la dinamica alla luce delle relazioni e delle emozioni. Gli psichiatri, che invece sono medici, si occupano più prevalentemente degli aspetti organici delle malattie mentali, inclusa la terapia farmacologica. Ciò non toglie, per esempio, che gli psichiatri siano anche psicoterapeuti.
Tra tutte le malattie, quelle psichiatriche sono le ultime ad essere state riconosciute come tali e ancora oggi molte di esse sono di fatto negate dal pensiero comune… Dopo secoli di superstizione… finalmente oggi i disturbi mentali vengono classificati come vere e proprie malattie. Con questo si riconosce alle persone che ne soffrono il diritto alla cura, l’esenzione da ogni tipo di giudizio moralistico e da ogni discriminazione.
La patogenesi delle malattie mentali è complessa, multifattoriale. (Relazioni di aiuto – B. Tinghino)

85.40 co260dr-biagio-tinghino
CO262- Counseling di Crisi

Obiettivi del corso
Identificare le situazioni critiche più frequenti nei contesti di coppia, familiari e sociali (inclusa la comunità). Fornire strumenti generali per la gestione delle situazioni. Il tema è generale, ma può essere lo spazio per affrontare esempi e situazioni pratiche e comprendere la necessità di una preparazione di base “a priori”. Aiutare la persona ad affrontare con efficacia la situazione di crisi e farla ritornare al suo solito livello di funzione. Far diminuire l’ansia, l’apprensione e altre insicurezze che possono persistere dopo che la crisi è passata. Insegnare delle tecniche per affrontare le crisi, in modo che la persona sia preparata meglio ad anticipare e affrontare crisi nel futuro. Considerare gli insegnamenti Biblici sulla crisi, in modo che la persona impari dalla crisi e il risultato sia di crescita.

85.40 co262dr-gianfranco-giuni
CO263 - Counseling familiare

Scopo e Obiettivo

  • Offrire agli studenti una visione d’insieme del counseling familiare.
  • Il fidanzamento, la comunione e l’amicizia fra coniugi.
  • La sessualità, le amicizie pregresse, la genitorialità.
  • Le famiglie di origine, schemi e tradizioni, l’educazione e i ruoli.
  • Gestione del denaro, il servizio nella chiesa.
128.10 co263dr-gianfranco-giuni
CO360- Dipendenze

Scopo e Obiettivo

L’obiettivo della nostro Corso è comprendere il concetto di dipendenza (sostanze, comportamenti patologici, relazioni…). Elementi di counseling e sostegno nelle dipendenze. Limiti e potenzialità dell’approccio pastorale.

85.40 co360dr-biagio-tinghino
EC264 - Abusi Spirituali - Enfasi in Counseling

Per poter svolgere il corso EC264 – Abusi Spirituali –  Enfasi in Counseling bisogna aver svolto il corso CO262 – Counseling di Crisi

Scopo e Obiettivo
Alla base di tutto questo studio c’è la convinzione che, come cristiani, abbiamo qualcosa di speciale che nessun altro counselor ha: la presenza e la potenza dello Spirito Santo che opera dall’interno delle persone e che conosce profondamente i problemi, le emozioni, i vissuti, le motivazioni e il reale rapporto con Dio delle persone alle quali cercheremo di portare la nostra presenza educativa e testimoniale.
Affrontando questo argomento considereremo principalmente l’aspetto legato alla morte, perché ogni tipo di sofferenza si ricollega a questa. Anche se non la coinvolge direttamente, la sofferenza è sempre provocata da una perdita di qualche tipo: perdita della salute (malattie proprie o altrui), del lavoro (pensionamento, licenziamento, disoccupazione), delle speranze, delle aspettative (invecchiamento, soprusi, ecc.), delle occasioni, rottura di una relazione (amicizie, separazioni, divorzi), perdita di un oggetto simbolico (ricordi di qualcuno caro, cimeli famigliari, vecchie fotografie), perdita delle proprietà (terremoto, incendio, ecc.) e via dicendo.
Una perdita, quindi la morte di qualcosa dentro o fuori di noi, fisica o morale, emozionale.

213.50 ec264dr-gianfranco-giuni
EC360- Dipendenze - Enfasi in Counseling

Scopo e Obiettivo
L’obiettivo della nostro Corso è approfondire il concetto di dipendenza conoscendo e approfondendo le principali “sostanze” di dipendenza.

Per poter svolgere il corso CO360 – Dipendenze Enfasi in Counseling bisogna aver svolto il corso CO360 – Dipendenze

213.50 ec360dr-biagio-tinghino
NT120 - Panoramica Nuovo Testamento

Scopo e Obbiettivo

Questa Panoramica del Nuovo Testamento ha come scopo di fare una introduzione ai testi che ci sono pervenuti. L’obbiettivo è di mettere lo studente in condizione di poter afferrare il quadro più ampio dei libri che compongono questa sezione della Bibbia per aiutarlo nella comprensione dettagliata di ognuno di essi nello studio successivo di ognuno dei libri.

Competenze che si acquisiscono

Si vogliono dare allo studente chiavi, temi e scopi di ogni libro con una brevissima descrizione del loro contenuto.

42.70 nt120dr-roberto-bacicchi
NT121 - VANGELI SINOTTICI

Scopo e Obbiettivi
Inquadrare i Vangeli nel contesto delle diverse intenzioni degli autori. Mostrare le attinenze e le diversità nell’esposizione dei fatti riguardanti la Persona e l’opera di Gesù nell’intento di ricavare un immagine completa del Cristo, per ricevere una piena comprensione dell’arricchimento derivato dalla molteplice presentazione.

128.10 nt121dr-roberto-bacicchi
NT122 - Vangelo di Giovanni

Scopo e Obiettivi
Un percorso suggestivo nel quarto Vangelo, il ‘biglietto da visita’ del cristiano.
Panoramica dei contenuti e delle caratteristiche dello scritto giovanneo, contesto storico e culturale. Il Vangelo di Giovanni è ‘difficile’?

Fra i temi trattati: Scontro/incontro fra cristiani – tensione all’unità. Vangelo sacerdotale. Mangiare la carne e bere il sangue. I discorsi di Gesù. Gesù è il tetragramma? Giovanni e lo gnosticismo. Un Vangelo al femminile?

 

128.10 nt122dr-walther-binni
NT123 - Atti degli Apostoli

Scopo e Obiettivi
Questo corso è uno studio avanzato nel libro di Atti. Si prenderà in considerazione l’importanza di Atti nel canone del Nuovo Testamento e nella storia della chiesa. Saranno esaminati i vari motivi che hanno spinto l’autore a scrivere il libro, e, attraverso un esame del testo, lo studente coglierà i temi più significativi per la storia della chiesa. In particolare sarà analizzato il rapporto di Atti con aspetti fondamentali della teologia Paolina. Il corso non si limiterà ad aspetti puramente storici o teologici, ma sarà ricercato il messaggio di Atti per la chiesa di oggi. Verrà anche accennata la storia dell’interpretazione del libro.

Gli obiettivi per lo studente sono:

1.        Conoscere il contenuto del libro degli Atti.

2.        Sapere riassumere la controversia giudaizzante

3.        Saper descrivere i personaggi più importanti e la loro funzione all’evoluzione del testo.

4.        Saper cogliere gli aspetti Paoline nel testo

5.        Conoscere la funzione dello Spirito Santo in Atti

6.        Cercare la pienezza dello Spirito nella propria vita.

85.40 nt123dr-antonio-rozzini
NT220 - Lettera ai Romani

Scopo e Obiettivi

  • Offrire agli studenti una visione d’insieme della lettera.
  • Sottolineare il profondo impatto avuto nella storia della chiesa.
  • Identificare e illustrare le questioni più rilevanti esponendo alcuni brani e fornendo un modello.
  • Collocazione del libro nel canone biblico per illustrare il suo contributo alla storia della salvezza.
  • Presentazione delle varie sezioni.
  • Presentazione bibliografia.

128.10 nt220dr-pietro-bolognesi
NT221 - Lettere ai Corinzi

Scopo e Obbiettivo
Collocazione delle due epistole ai Corinzi nel contesto storico, sociale e intellettuale che le ha determinate, con illustrazione dei temi fondamentali in esse trattati e applicazione contemporanea degli insegnamenti paolini. Dopo un esame del contesto e delle origini della Chiesa di Corinto e dell’occasione che spinse Paolo a scrivere ognuna delle due lettere, si passa ad analizzare i temi principali trattati: divisioni, disciplina,controversie, purezza sessuale e matrimonio, libertà cristiana, donne nella chiesa, Cena del Signore, esercizio dei doni, resurrezione, veri e falsi apostoli.

Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di comprendere e di poter vedere l’applicazione contemporanea degli insegnamenti contenuti in esse.

85.40 nt221dr-roberto-bacicchi
NT224 - Lettera ai Filippesi

Scopo e Obiettivi
Questo corso tratta in maniera più approfondita gli aspetti introduttivi dell’epistola ai Filippesi. Per quanto concerne, invece, i contenuti veri e propri ci soffermeremo solo su alcuni punti, andando ad esaminare versi o passaggi ritenuti particolarmente interessanti per lo scopo di questi studi. Data la dimensione del corso, non possiamo soffermarci su ogni singolo verso, cosa che rimandiamo ad un eventuale corso di esegesi del libro in questione.

42.70 nt224dr-simon-pietro-de-liso
NT226 - Lettere ai Tessalonicesi

Scopo e Obiettivi
Questo corso tratta in maniera più approfondita gli aspetti introduttivi delle epistole ai Tessalonicesi.
Analizzeremo, inoltre, la relazione esistente tra le due epistole, guardando le molteplici posizioni che
esistono in ambito teologico. Per quanto concerne i contenuti, data la dimensione del corso,
lasceremo allo studente lo studio di un capitolo a scelta da approfondire in autonomia.

L’insegnante si aspetta da ogni studente:
• che apprenda i dati introduttivi e li sappia condividere senza alcuna difficoltà;
• che faccia proprie le nozioni di critica testuale che saranno fornite nel corso;
• che sappia comprendere e spiegare le relazioni (affinità e differenze) esistente tra le due
epistole ai Tessalonicesi;
• che intuisca la metodologia che bisogna seguire per lo studio introduttivo delle epistole
neotestamentarie.

85.40 nt226dr-simon-pietro-de-liso
NT321 - Lettere a Timoteo

Scopo e Obiettivi
Timoteo: Questo corso è uno studio avanzato sulle due epistole di Paolo a Timoteo. Queste lettere tradizionalmente sono considerate (con Tito) le lettere pastorali; istruzioni per giovani pastori che devono sapere come bisogna comportarsi nella casa di Dio. Questo ha portato ad una visione rigida della chiesa, per esempio nei confronti delle chiamate delle donne. Un’altra lettura vede le lettere a Timoteo come sostegno psicologico e spirituale del anziano apostolo al depresso, scoraggiato e rinunciatario collega più giovane. Dunque lettere occasionali, e non manuali di istruzioni teologiche. Entrambi questi approcci saranno esaminati nel corso. Inoltre la scuola liberale (e non solo) ritiene che le lettere sono pseudo- paoline, ossia non di Paolo, ma di qualche baldanzoso discepolo che aspirava alla successione apostolica. Si esaminerà i motivi che sostengono tale teoria. Chiaramente le epistole parlano della chiesa del primo secolo. Ma parlano anche alla chiesa di oggi. Questi temi saranno colti e discussi. Gli obiettivi per lo studente sono:

1. Conoscere il contenuto delle epistole a Timoteo.

2. Sapere riassumere gli approcci tradizionali, occasionali e liberali alle lettere.

3. Descrivere l’evoluzione psicologica e spirituale di Timoteo nel Nuovo Testamento

4. Descrivere l’atteggiamento di Paolo davanti alla situazione di Timoteo.

5. Conoscere i requisiti di vescovi e diaconi

6. Individuare i temi che parlano alla chiesa di oggi.

7. Dipingere un quadro della chiesa di Efeso ai tempi delle lettere.

42.70 nt321dr-antonio-rozzini
NT323 - Lettera agli Ebrei

Scopo e Obiettivi 

Collocare la lettera nel contesto storico in cui fu scritta illustrando i temi fondamentali trattati in essa analizzando il testo in modo dettagliato. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di comprendere gli argomenti trattati nella lettera e di poter vedere l’applicazione contemporanea degli insegnamenti contenuti in essa.

Dopo un esame delle questioni legate all’autore e ai destinatari della lettera, si analizza il contesto che l’ha determinata e gli scopi per cui fu scritta. Si illustrano poi i temi principali in essa trattati con una panoramica generale della lettera e l’applicazione contemporanea degli insegnamenti contenuti in essa. Segue una analisi dettagliata del testo al fine di trarre una completa comprensione degli argomenti descritti.

 

85.40 nt323dr-roberto-bacicchi
NT324 - Lettera di Giacomo

Scopo e Obbiettivi
La pratica dell’insegnamento di Gesù prende forma in questa epistola. L’incoraggiamento trasmesso ai credenti e la presa di coscienza della nostra posizione in Cristo saranno ampiamente trattati. Una lettura esegetica dei libri con enfasi sulle caratteristiche strutturali e teologiche.

42.70 nt324dr-roberto-bacicchi
NT325 - Lettere di Pietro

Scopo e Obbiettivi
La pratica dell’insegnamento di Gesù prende forma in queste epistole. La prima è una lettera di speranza in mezzo alle sofferenze e alle prove. Lo scopo è chiaramente quello di incoraggiare i destinatari a perseverare non solo nella coraggiosa professione della loro fede in Cristo… La seconda, esorta a mantenere la speranza fissa sul futuro glorioso che ci attende…

85.40 nt325dr-roberto-bacicchi
NT326 - Lettere di Giovanni

Scopo e Obbiettivi
Una lettura esegetica delle lettere con enfasi sulle caratteristiche strutturali e teologiche.
Giovanni insegna una dottrina del peccato e del perdono, della comunione con Dio e con la chiesa…
In queste lettere si vede il pericolo di dare enfasi solo alla verità o solo all’amore, mentre l’esortazione è a considerare entrambi gli aspetti…

42.70 nt326dr-roberto-bacicchi
NT327 - Lettera di Giuda

Scopo e Obiettivi
Questo corso tratta gli aspetti introduttivi dell’epistola di Giuda. Per quanto concerne i contenuti veri e propri ci soffermeremo solo su alcuni punti, andando ad esaminare versi o passaggi particolarmente interessanti. Inoltre, analizzeremo la relazione che esiste con la seconda epistola di Pietro. Data la dimensione del corso, non possiamo soffermarci su ogni singolo verso, cosa che rimandiamo ad un eventuale corso di esegesi del libro in questione.

L’insegnante si aspetta da ogni studente:
• che apprenda i dati introduttivi e li sappia condividere senza alcuna difficoltà;
• che sappia spiegare con precisione tutti gli accenni all’Antico Testamento che si ritrovano in Giuda;
• che sia in grado di comprendere le relazioni esistenti tra Giuda e 2 Pietro;
• che intuisca la metodologia che bisogna seguire per lo studio introduttivo delle epistole neotestamentarie

 

42.70 nt327dr-simon-pietro-de-liso
NT328- Apocalisse

Scopo e Obbiettivo

Le opinioni sul Libro di Apocalisse coprono un ampio spettro. Mettendole insieme, sembra impossibile che si riferiscano tutte allo stesso testo letterario… Le opinioni degli uomini variano enormemente. La reazione dei non credenti è comprensibile, poiché il testo non è destinato a loro. … Sorprendentemente, la maggior parte dei Riformatori Protestanti (i “magistrali”, chiamati così perché si servivano delle autorità civiche per raggiungere i propri obiettivi) ne avevano una scarsa considerazione: Lutero: “Né apostolico né profetico… chiunque pensi del libro quello che il suo spirito gli suggerisce… ci sono libri più nobili da tenere a mente… il mio spirito non riesce ad accettarlo”. Calvino: lo ha omesso dal suo commentario sul Nuovo Testamento! Zwingli: affermò che la sua testimonianza può essere rifiutata perché “non è un libro della Bibbia”. Questo ridimensionamento ha influenzato molte denominazioni che ebbero origine dalla Riforma. Ci fu, come sappiamo, un certo dibattito nella Chiesa primitiva sull’inclusione o no di questo libro nel “canone”… Proprio come Genesi non avrebbe potuto trovarsi in nessun altro posto se non all’inizio, Apocalisse non può trovarsi che alla fine. In molti modi esso completa la “storia”. Se si considera la Bibbia semplicemente come la storia del nostro mondo, Apocalisse è necessaria per concluderla… (da Le Chiavi della Bibbia – D. Pawson)

128.10 nt328dr-antonio-rozzini
RC161 - Teologia e Pratica Pastorale

Scopo e Obiettivi
Lo scopo principale di questo corso sarà quello di dare una immagine complessiva del ministero, del servizio, del counseling, che è una delle peculiarità di un vero ministero pastorale perché si rivolge ad una persona alla volta, fornendone alcune delle basi teorico/teologiche.

Descrizione dellAttività dapprendimento e Contenuto
Forniremo una descrizione di cosa sia il counseling cristiano e di come si riallacci al ministero svolto da un pastore all’interno della chiesa, cercheremo di vedere questo ministero nell’ottica più ampia della situazione sociale attuale, descriveremo alcune delle aree che spesso richiedono un interventi di counseling da parte di un pastore, daremo alcuni cenni su quali siano le richieste personali e ministeriali fatte a chi si occupa di counseling e cercheremo di vedere alcuni aspetti molto pratici che possano aiutarci a evitare grossolani errori nello svolgere questo servizio.

213.50 rc161dr-gianfranco-giuni
RP251 - Bioetica Evangelica

Scopo e Obiettivi
Il termine “bioetica” viene usato per la prima volta nel 1971 dall’oncologo Van Rensselaer Potter nel suo libro Bioethics. A Bridge to the Future. Il contesto culturale nel quale emerge la nuova disciplina è caratterizzato dalla crisi del pensiero moderno di fronte alle crescenti possibilità della tecnica e alla difficoltà di governarla. La tecnologizzazione della medicina e la scoperta degli abusi legati alla pratica medica nel corso della Seconda guerra mondiale hanno messo in discussione gli assetti ereditati della comprensione della vita, facendo smarrire il “vincolo nuziale” tra l’uomo e la vita.
Il corso si prefigge di inquadrare la bioetica nella più ampia questione dell’etica, illustrando e valutando i vari orientamenti che si confrontano nell’affrontare la bioetica di inizio vita, di fine vita e le prospettive aperte dalle correnti del post-umanesimo. Il corso fornirà chiavi di lettura per sviluppare competenze cristiane nell’affrontare le spinose questioni sul tappeto; queste competenze potranno essere valorizzate sia nel contesto delle professioni direttamente coinvolte (quelle medico-sanitarie, ma anche legali, assistenziali, ecc.) che nel ministero pastorale.

170.80 rp251dr-leonardo-de-chirico
RS340 - Storia del Cristianesimo dalla Riforma ad oggi

Uno studio sullo sviluppo della Chiesa dalla Riforma ad oggi. Il corso permetterà allo studente di conoscere in forma storica critica, lo sviluppo della Chiesa di Gesù Cristo, dal 1500 ca. Contesto culturale, religioso e filosofico. Umanesimo e Rinascimento.

Scopo e obiettivi

Conoscenza e applicazione del metodo di studio, in generale e delle discipline storiche;
Conoscenza delle linee generali di svolgimento dei principali eventi che hanno riguardato le comunità cristiane e lo sviluppo delle linee di pensiero del pensiero cristiano;
Capacità di orientarsi criticamente, e con maturità di giudizio proprio, nel panorama dei fatti e delle dottrine prodottisi nel corso della storia.

170.80 rs340dr-giancarlo-rinaldi
RS344- La Chiesa Perseguitata

Scopo e Obbiettivo

La persecuzione è un argomento abbastanza difficile, specialmente nelle nostre Nazioni occidentali e nelle nostre chiese che vivono un alto grado di libertà religiosa. Questo testo si pone dunque l’obiettivo di delineare le basi bibliche della persecuzione partendo dall’esperienza diretta, per meglio capire perché i Cristiani sono perseguitati e cosa sia il significato della persecuzione, e come possiamo reagire quando stiamo subendo questa persecuzione.
Che cosa dice allora la Bibbia della persecuzione? Come possiamo comprendere la persecuzione? Molte volte i Cristiani perseguitati menzionano dei passaggi biblici che li aiutano ad attraversare i periodi difficili di persecuzione; si tratta di passaggi che letti nell’ottica di un cristiano perseguitato assumono una nuova luce.
Quanto spesso sentiamo un Vangelo diverso: ci viene detto che la persona una volta credente sarà in salute, benestante, felice, e possibilmente questo deve avvenire subito, proprio ora; ma questo non è ciò che leggiamo nelle scritture. C’è una grande differenza tra il vivere la gioia del Signore e semplicemente parlare di essere felici.
Questo corso si completa con lo studio del corso RS444 – Teologia della Persecuzione

85.40 rs344dr-maurizio-mirandola
SC140 - Storia del Cristianesimo dalle origini al Medioevo

Uno studio sullo sviluppo della Chiesa antica e pre-medioevale. Il corso permetterà allo studente di conoscere in forma storica critica, lo sviluppo della Chiesa di Gesù Cristo, dalle sue origini al medioevo. Il pensiero dei padri della chiesa ed una digressione sui principali teologi e i loro scritti.

Obiettivi del corso
Conoscenza e applicazione del metodo di studio, in generale e delle discipline storiche;

Conoscenza delle linee generali di svolgimento dei principali eventi che hanno riguardato le comunità cristiane e lo sviluppo delle linee di pensiero del pensiero cristiano;

Capacità di orientarsi criticamente, e con maturità di giudizio proprio, nel panorama dei fatti e delle dottrine prodottesi nel corso della storia.

170.80 sc140dr-giancarlo-rinaldi
SC240 - Storia del Cristianesimo dal Medioevo alla Riforma

Scopo e Obiettivi 

Questo corso propone lo studio dello sviluppo della Chiesa antica e medioevale. Il corso permetterà allo studente di conoscere in forma storica critica, lo sviluppo della Chiesa di Gesù Cristo, dall’anno 470 ca.  al 1500 ca. Il rinascimento. Le cause della riforma, il pensiero pre-riformista.
Il pensiero dei padri della chiesa ed una digressione sui principali teologi e i loro scritti.

Lo Studente aquisirà:

Conoscenza e applicazione del metodo di studio, in generale e delle discipline storiche;
Conoscenza delle linee generali di svolgimento dei principali eventi che hanno riguardato le comunità cristiane e lo sviluppo delle linee di pensiero del pensiero cristiano;
Capacità di orientarsi criticamente, e con maturità di giudizio proprio, nel panorama dei fatti e delle dottrine prodottisi nel corso della storia.

128.10 sc240dr-giancarlo-rinaldi
SC346- Antisemitismo

Scopo e Obbiettivo

La maggior parte dei Cristiani sa che gli Ebrei sono stati eletti da Dio per essere il suo popolo sulla terra e che questo popolo ha avuto un ruolo importante nella rivelazione di Dio al mondo. In realtà, la Bibbia è stata, per la maggior parte, scritta da Ebrei e si rivolge prima di tutto a loro.
Tutti i profeti erano Ebrei e il loro messaggio si indirizzava soprattutto al popolo d’Israele. Ma sembra che per la maggior parte dei Cristiani queste nozioni siano diventate secondarie, per non dire sorpassate…
Zaccaria 2:8: “Così dice l’Eterno degli eserciti: La sua gloria mi ha mandato alle nazioni che vi hanno depredato, perché chi tocca voi tocca la pupilla del suo occhio” .
Come Cristiani vogliamo diventare sempre più simili al Signore. Se questo è il caso, cerchiamo anche di vedere questo mondo come lo vede Lui. Alcuni mi sfidano dicendo: ‘Prendere posizione per Israele è prendere posizione per una causa ingiusta’… Ma come abbiamo visto prima con quei pochi versetti biblici, Dio stesso prende posizione per questa causa. Pensate che Dio potrebbe chiedervi di prendere posizione per una causa ingiusta? (da Israele, una sfida per la chiesa – Luc Henrist)

Il corso propone una breve storia dell’antisemitismo dall’era cristiana ai giorni d’oggi.

Questo corso si integra e si completa nei suoi contenuti con lo studio del corso SC350 – Teologia della Sostituzione

42.70 sc346dr-luc-henrist
TP151- Pedagogia dell'età evolutiva

Scopo e Obbiettivo

Con il termine pedagogia definiamo la scienza che studia l’educazione e la formazione dell’uomo nella sua interezza e nell’intero ciclo di vita. Materia, quindi, che esamina la metodologia, le finalità e i problemi connessi all’educazione dell’uomo in generale; in particolare dei fanciulli e dei giovani.
Accenni alla psicologia dello sviluppo e alle basi della comunicazione.
Sorvolo sui principi educativi di Maria Montessori e Jean Piaget.
“Gesù Cristo, il nostro pedagogo, ha tracciato per noi il modello della vita vera e ha educato l’uomo che vive in lui. Assumiamo dunque il salvifico stile di vita del nostro Salvatore, noi figli del Padre buono e creature del buon pedagogo. (Clemente Alessandrino)

42.70 tp151dr-antonio-amico
TP252- Pedagogia Genitoriale

Il bambino ha bisogno di una mano che lo guidi nel migliore sviluppo di sé stesso. Questo percorso equivale alla realizzazione del piano di Dio per la sua vita.
Molti neo genitori sono in difficoltà, non tanto perché non apprezzino il ruolo, ma per il fatto che si trovano ad affrontare problemi per i quali servono competenze che spesso non hanno. Allevare un figlio non significa prendersene cura solo dal punto di vista fisico: una crescita felice include anche un lavoro sul carattere del bambino il quale, a sua volta, richiede informazioni e stimoli giusti, indicazioni coerenti che lo aiutino a diventare una persona felice, autonoma e affidabile, in grado di rispondere delle proprie azioni e dei doni ricevuti. Al genitore non è chiesto di avere obbligatoriamente conoscenze mediche o pediatriche, quello perché ci si aspetta che sappia indicare al bambino la via da seguire. Un genitore deve sapere come educare il proprio figlio…
Nell’infanzia di Gesù abbiamo un modello virtuoso di crescita per l’educando, in Gesù adulto abbiamo un perfetto modello di educatore alla fede.

42.70 tp252dr-antonio-amico
TP351- Trasmissione del Testo Biblico AT

Partendo da una serie di slide, il corso si propone di fornire le nozioni fondamentali relative alla trasmissione dell’Antico Testamento nell’arco dei secoli, dedicando particolare attenzione agli aspetti archeologici, storico-linguistici, critico-testuali e traduttologici più significativi. Oltre ad acquisire un concreto bagaglio di conoscenze–ormai difficilmente eludibili per chi si dedica a studi biblici– lo studente viene messo in grado di apprezzare la qualità degli sforzi, ogni volta più accurati, che le varie epoche storiche hanno via via messo in atto per assicurare alla posterità una trasmissione sempre più scrupolosa del testo veterotestamentario e della Parola da esso comunicata.

85.40 tp351dr-elisa-biancardi
TP353 - Predicazione Espositiva

Scopo e Obbiettivo
Quello che vogliamo fare in questa sede, non è parlare di tecniche o metodi per predicare in maniera espositiva, bensì richiamare l’attenzione sull’importanza di essa. Accenneremmo però quale sia il miglior modo di intendere la predicazione espositiva, cioè, in “lectio continua”. Di fatti quest’espressione si usa a volte come sinonimo di predicazione espositiva. Quello che faremo è, in primis, definire cosa vogliamo dire con “predicazione espositiva”, poi, qual è la situazione attuale della predicazione, cioè, che posto ha nei nostri giorni, nella chiesa. A seguire, un resoconto storico di essa, dai padri della chiesa al periodo dei riformatori. Dopodiché entreremo nella parte propriamente Biblica, con particolare enfasi sulla persona di Cristo e l’opera dello Spirito Santo.

85.40 tp353marcos-fernandez
TP452- Pedagogia Cristiana

Scopo e Obbiettivo
Il bambino è come un seme che, piantato nel terreno giusto, (la famiglia) e curato nel rispetto del piano divino, diventa esattamente ciò che deve divenire. Dio ha infatti dotato il fanciullo di una propria identità, doni e talenti unici. Tale preziosità deve essere protetta: così come il seme ha un rivestimento (tegumento) di protezione a tutela dell’embrione, dei suoi valori nutritivi e delle caratteristiche uniche del seme, allo stesso modo, all’educatore cristiano sarà affidato il compito di formare e proteggere. Compito dell’educatore cristiano è proteggere il bambino, in un ambiente idoneo, facendo in modo che cresca, si sviluppi spiritualmente, cognitivamente e fisicamente nel rispetto dell’identità e del piano che Dio ha per lui.
Nel corso verranno trattati le Basi di pedagogia, le definizioni e gli scopi.

42.70 tp452dr-antonio-amico
TS131 - Dottrina di Dio e Trinità

Scopo e obiettivi

Come sappiamo che Dio esiste? In che cosa Dio si differenzia da noi? In che cosa Dio è simile a noi, nel suo essere e nei suoi attributi spirituali e morali? Come può Dio essere tre persone  e tuttavia essere un solo Dio?

Il corso si prefigge di mettere lo studente in condizione di acquisire una buona conoscenza circa l’esistenza di Dio, la sua natura, gli attributi, la personalità, l’opera.
Al termine del corso lo studente avrà pienamente appreso la veridicità della tri-unità di Dio alla luce dell’insegnamento sia nell’Antico Testamento che nel Nuovo.

128.10 ts131dr-paolo-de-petris
TS230 - Cristologia

Scopo e Obiettivi
Cristologia dal punto di vista storico, biblico e teologico.
Introduzione all’aspetto storico: Gesù è veramente esistito? Fonti esterne alla Bibbia. Cosa ha detto Gesù di sé? Cosa hanno detto di lui gli amici e i nemici. Periodo inter biblico.
La Cristologia nei Sinottici, Cristologia nel quarto Vangelo e Cristologia nelle Epistole.
La Cristologia nell’Antico Testamento.
La ricezione dei popoli: scuola alessandrina, scuola antiochiena e tradizione latina.
Eresie cristologiche: documenti e Concili.

128.10 ts230dr-walther-binni
TS330 - Pneumatologia

Scopo e Obiettivi
Uno studio sulla persona e l’opera dello Spirito Santo.
Problematiche filosofiche e teosofiche inerenti allo Spirito Santo.
Escursus sullo Spirito Santo dall’Antico Testamento, al Periodo inter testamentario, al Nuovo Testamento, fino alla chiesa di oggi. Argomento fondamentale della dogmatica trinitaria.
Conoscere lo Spirito Santo come Persona e non solo come donatore.

85.40 ts330dr-walther-binni
TS410 - Sotereologia e Espiazione

Scopo e Obiettivi
Il corso si affronterà la perfetta opera di salvezza di Cristo :
Soteriologia, Espiazione, salvezza per grazia mediante la fede.
Ruolo del Logos e dello Spirito Santo. Redenzione e santificazione.

85.40 ts410dr-walther-binni