ELENCO CORSI OPZIONALI – BACHELOR OF ARTS

Questi sono i Corsi che si possono scegliere per completare il numero di Crediti (CFU) necessari al raggiungimento dei 180 necessari.

CodiceNomeSommarioDocenteCFUPrezzoAcquistahf:tagshf:att:pa_docente
CO162 - Counseling nella Sofferenza e nel Lutto

Scopo e Obbiettivo

Per poter svolgere il seguente corso bisogna completare il corso CO160 – Introduzione al Counseling

Affrontando questo argomento considereremo principalmente l’aspetto legato alla morte, perché ogni tipo di sofferenza si ricollega a questa. Anche se non la coinvolge direttamente, la sofferenza è sempre provocata da una perdita di qualche tipo: perdita della salute (malattie proprie o altrui), del lavoro (pensionamento, licenziamento, disoccupazione), delle speranze, delle aspettative (invecchiamento, soprusi, ecc.), delle occasioni, rottura di una relazione (amicizie, separazioni, divorzi), perdita di un oggetto simbolico (ricordi di qualcuno caro, cimeli famigliari, vecchie fotografie), perdita delle proprietà (terremoto, incendio, ecc.) e via dicendo.
Una perdita, quindi la morte di qualcosa dentro o fuori di noi, fisica o morale, emozionale.

72.00 co162dr-gianfranco-giuni
CO260- La Sofferenza Psichica

Obiettivi del corso

Per poter svolgere il seguente corso bisogna completare il corso CO160 – Introduzione al Counseling

Lungo il percorso del counseling non raramente ci si imbatte in persone con disturbi psichici o, con un’altra definizione, mentali. Parliamo di tutte le alterazioni (affettive, cognitive o relazionali) che si manifestano con stati d’animo o comportamenti che provocano sofferenza o rendere difficile l’integrazione sociale. In ambito professionale, si occupano delle malattie mentali gli psicologi e gli psichiatri. Gli psicologi affrontano soprattutto gli aspetti consapevoli e inconsapevoli dei disturbi, la loro storia, la dinamica alla luce delle relazioni e delle emozioni. Gli psichiatri, che invece sono medici, si occupano più prevalentemente degli aspetti organici delle malattie mentali, inclusa la terapia farmacologica. Ciò non toglie, per esempio, che gli psichiatri siano anche psicoterapeuti.
Tra tutte le malattie, quelle psichiatriche sono le ultime ad essere state riconosciute come tali e ancora oggi molte di esse sono di fatto negate dal pensiero comune… Dopo secoli di superstizione… finalmente oggi i disturbi mentali vengono classificati come vere e proprie malattie. Con questo si riconosce alle persone che ne soffrono il diritto alla cura, l’esenzione da ogni tipo di giudizio moralistico e da ogni discriminazione.
La patogenesi delle malattie mentali è complessa, multifattoriale. (Relazioni di aiuto – B. Tinghino)

48.00 co260dr-biagio-tinghino
CO262- Counseling di Crisi

Obiettivi del corso

Per poter svolgere il seguente corso bisogna completare il corso CO160 – Introduzione al Counseling

Identificare le situazioni critiche più frequenti nei contesti di coppia, familiari e sociali (inclusa la comunità). Fornire strumenti generali per la gestione delle situazioni. Il tema è generale, ma può essere lo spazio per affrontare esempi e situazioni pratiche e comprendere la necessità di una preparazione di base “a priori”. Aiutare la persona ad affrontare con efficacia la situazione di crisi e farla ritornare al suo solito livello di funzione. Far diminuire l’ansia, l’apprensione e altre insicurezze che possono persistere dopo che la crisi è passata. Insegnare delle tecniche per affrontare le crisi, in modo che la persona sia preparata meglio ad anticipare e affrontare crisi nel futuro. Considerare gli insegnamenti Biblici sulla crisi, in modo che la persona impari dalla crisi e il risultato sia di crescita.

48.00 co262dr-gianfranco-giuni
CO263 - Counseling familiare

Scopo e Obiettivo

Per poter svolgere il seguente corso bisogna completare il corso CO160 – Introduzione al Counseling

  • Offrire agli studenti una visione d’insieme del counseling familiare.
  • Il fidanzamento, la comunione e l’amicizia fra coniugi.
  • La sessualità, le amicizie pregresse, la genitorialità.
  • Le famiglie di origine, schemi e tradizioni, l’educazione e i ruoli.
  • Gestione del denaro, il servizio nella chiesa.
72.00 co263dr-gianfranco-giuni
CO360 - Dipendenze

Scopo e Obiettivo

Per poter svolgere il seguente corso bisogna completare il corso CO160 – Introduzione al Counseling

L’obiettivo della nostro Corso è comprendere il concetto di dipendenza (sostanze, comportamenti patologici, relazioni…). Elementi di counseling e sostegno nelle dipendenze. Limiti e potenzialità dell’approccio pastorale.

48.00 co360dr-biagio-tinghino
CO362 - Sessualità e Sviluppo di Genere

Obiettivi del corso
Per poter svolgere il corso CO362 – Sessualità e Sviluppo di Genere bisogna aver svolto il corso CO160 – Introduzione al Counseling
Questo argomento riguarda la sessualità e lo sviluppo di genere e di ruolo.
Vedremo alcuni cenni di cosa siano, quali siano i principali fondamenti biblici coscienti del fatto che questo soggetto si sovrappone con svariati altri: sociologia della famiglia, educazione dei figli, pedagogia, e altro ancora.
Considerando questo soggetto teniamo sempre presente che il nostro scopo è avere qualche idea sulle svariate situazioni nell’ottica dell’aiuto che potremmo/dovremmo dare a persone che stanno vivendo situazioni personali o familiari.
Valori, aspetti psicopatologici cenni sull’orientamento verso lo stesso sesso.
Considereremo alcuni fondamenti biblici per stabilire la naturalità biblica, la definizione di sessualità e lo sviluppo della identità sessuale e di genere, per poi considerare alcune delle devianze che si incontrano nella nostra società e chiese.

48.00 co362dr-gianfranco-giuni
EC263 - Counseling Familiare - Enfasi in Counseling

Obiettivi del corso
Per poter svolgere il corso EC263 – Counseling Familiare – Enfasi in Counseling bisogna aver svolto il corso  CO263 – Counseling Familiare
In questo corso si tratterà del divorzio, non dal punto di vista pastorale (posizioni bibliche, motivi del divorzio, condizioni e presupposti) ma dal punto di vista del counseling: Come aiutare chi ha già divorziato o ha risoluta intenzione di farlo? Come ci si deve occupare di chi si trova in quella situazione?
Argomenti affrontati: Il divorzio come legge. Il divorzio come fallimento della società, della coppia, della famiglia. Le chiese confrontate al divorzio. Crisi spirituali e distacco. Sofferenza dei figli. Guarigione e cicatrici. Rompere il ciclo del fallimento.

120.00 ec263dr-gianfranco-giuni
EC264 - Abusi Spirituali - Enfasi in Counseling

Per poter svolgere il corso EC264 – Abusi Spirituali –  Enfasi in Counseling bisogna aver svolto il corso CO262 – Counseling di Crisi

Scopo e Obiettivo
Alla base di tutto questo studio c’è la convinzione che, come cristiani, abbiamo qualcosa di speciale che nessun altro counselor ha: la presenza e la potenza dello Spirito Santo che opera dall’interno delle persone e che conosce profondamente i problemi, le emozioni, i vissuti, le motivazioni e il reale rapporto con Dio delle persone alle quali cercheremo di portare la nostra presenza educativa e testimoniale.
Affrontando questo argomento considereremo principalmente l’aspetto legato alla morte, perché ogni tipo di sofferenza si ricollega a questa. Anche se non la coinvolge direttamente, la sofferenza è sempre provocata da una perdita di qualche tipo: perdita della salute (malattie proprie o altrui), del lavoro (pensionamento, licenziamento, disoccupazione), delle speranze, delle aspettative (invecchiamento, soprusi, ecc.), delle occasioni, rottura di una relazione (amicizie, separazioni, divorzi), perdita di un oggetto simbolico (ricordi di qualcuno caro, cimeli famigliari, vecchie fotografie), perdita delle proprietà (terremoto, incendio, ecc.) e via dicendo.
Una perdita, quindi la morte di qualcosa dentro o fuori di noi, fisica o morale, emozionale.

120.00 ec264dr-gianfranco-giuni
EC360- Dipendenze - Enfasi in Counseling

Scopo e Obiettivo
L’obiettivo della nostro Corso è approfondire il concetto di dipendenza conoscendo e approfondendo le principali “sostanze” di dipendenza.

Per poter svolgere il corso EC360 – Dipendenze Enfasi in Counseling bisogna aver svolto il corso CO360 – Dipendenze

120.00 ec360dr-biagio-tinghino
EC362 - Abusi Sessuali - Enfasi in Counseling

Obiettivi del corso
Per poter svolgere il corso EC362 – Abusi Sessuali bisogna aver svolto il corso CO362 – Sessualità e Sviluppo di Genere

“La violenza sessuale nei confronti dei bambini può manifestarsi sotto molte forme: incesto, pornografia, prostituzione, tratta, corruzione, adescamento via web e aggressione da parte di coetanei” (Stella Kyriakides, portavoce dei problemi dell’infanzia presso l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa)

Cosa può essere definito un abuso? Quale approccio psico/emotivo/spirituale è importante attuare?
Ampliamento del concetto di abuso e di maltrattamento. Violenza familiare. Effetti e conseguenze della violenza. Bugie, cause, verità.

120.00 ec362dr-gianfranco-giuni
EF450 - La Coppia dal Fidanzamento al Matrimonio

Scopo e Obiettivo

Perché questo corso parte dalla coppia?
• la coppia è il fondamento della famiglia, la prima chiesa
• la coppia è strettamente collegata al concetto di identità della persona (paterna/materna, uomo/donna) (Genesi 1:26-28)
• il tasso dei divorzi e delle separazioni è in aumento e il numero di matrimoni in diminuzione
• il tasso della violenza intra-familiare (fisica, psicologica, economica, spirituale) è in aumento
ANCHE NELLE CHIESE!

La coppia secondo la Parola di Dio. La base spirituale del matrimonio. I legami di attaccamento. Fasi del ciclo di vita della coppia/famiglia. Le fasi dell’amore e i compiti evolutivi. Le crisi. Regole di base. Strumenti di intervento. Leggere le dinamiche disfunzionali. La comunicazione. Affettività, intimità, sessualità. La dipendenza. Le distorsioni.
Questo corso offre ottimi e solidi strumenti di lettura e comprensione per l’aiuto e la formazione nell’ambito relazionale e per la cura pastorale.

, 72.00 ef450dr-giada-perinel dr-michela-bardino
EF453 - Il bambino, l'adolescente, il maltrattamento

Scopo e Obiettivo

Capire chi è il bambino, acquisire gli strumenti e le risorse per entrare in relazione con lui.
Il bambino è una persona. Una persona in divenire che, per crescere, deve affrontare prove difficili e rischiose. Essendo una persona, il bambino ha un proprio carattere e proprie aspirazioni, ha idee che vanno prese in considerazione, ed è un peccatore bisognoso di salvezza.
L’adolescente e la catastrofe. Capire chi è l’adolescente e acquisire le risorse e gli strumenti per una fase della vita complessa. L’adolescente nel contesto di oggi. Le condotte a rischio come appelli a vivere e anzitutto come appelli d’aiuto. Comunicare e aiutare l’adolescente a diventare adulto.
Maltrattamento familiare: di cosa si tratta? Aspetti relazionali, legislativi e impatto sulla chiesa. Violenza, maltrattamento e conflitto: comprenderne i meccanismi, i ruoli, i contesti e le soluzioni.
Questo corso offre strumenti essenziali per coloro che si approcciano al lavoro in questo contesto e vogliono essere validi operatori anche all’interno della chiesa.

, 72.00 ef453dr-elisabetta-meregaglia dr-federica-albano
EF455 - I Disturbi psicologici. Malattia dell'anima o dello spirito?

Scopo e Obiettivo

“La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non semplice assenza di malattia o di infermità”.
La salute mentale è uno stato di benessere emotivo e psicologico nel quale l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive o emozionali, esercitare la propria funzione all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell’ambiente, adattarsi alle condizioni esterne e ai conflitti interni. (OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità).

È veramente importante fare una distinzione fra lo spirito e l’anima?

La SALUTE MENTALE COME EQUILIBRIO TRA LE PARTI
1 Tessalonicesi 5:23: “…l’intero vostro essere, SPIRITO, ANIMA e corpo”.
Ebrei 4:12: “Infatti la parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’ANIMA e dello SPIRITO, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore”.
Luca 1:46-47: Allora Maria disse: “L’ANIMA mia magnifica il Signore e il mio SPIRITO esulta in Dio, mio salvatore”.

PRESA IN CARICO PSICOLOGICA
PRESA IN CARICO SPIRITUALE
Questi alcuni dei numerosissimi temi trattati in questo corso di formazione.

, 72.00 ef455dr-barbara-guidotti dr-giada-perinel
EF457-Quando il corpo si ammala - Dialogo fra Fede, Malattia, Vita e Morte

Scopo e Obiettivo

La malattia espone necessariamente ognuno di noi, come singolo (credente e non) e come chiesa a delle riflessioni importanti: Perché la vita terrena finisce? Perché esiste la sofferenza? Che significato ha? Cosa succede dopo la morte? Cos’è la salvezza? Come si sostengono fede e speranza quando una persona è gravemente malata?
Il credente e la chiesa hanno da essere preparati rispetto a questo, sia per la propria vita personale sia per aiutare gli altri ad affrontare le sfide che il corpo talvolta affronta, e l’accompagnamento a condizioni di cronicità o di terminalità.
QUESTE SITUAZIONI SONO IL TERRENO DOVE L’UOMO SPERIMENTA MAGGIORMENTE LA SUA UMANITÀ E DOVE, NELLO STESSO TEMPO, PUÒ SPERIMENTARE MAGGIORMENTE L’AMORE E LA POTENZA DI DIO.

, 72.00 ef457dr-barbara-guidotti dr-giada-perinel
ET131 - Il Fine dell'Esistenza Umana - Enfasi in Teologia

Scopo e obiettivi

“Quasi tutta la somma della nostra sapienza, quella che tutto sommato merita di essere reputata vera e completa sapienza, si compone di due elementi e consiste nel fatto che conoscendo Dio ciascuno di noi conosca se stesso”. G. Calvino
Chi siamo? Qual è l’elemento costitutivo del nostro essere? Per quale scopo viviamo?
Queste le domande che verranno affrontate e trattate in questo corso di approfondimento della Teologia Sistematica.
Per poter svolgere il corso ET131 – Il fine dell’Esistenza Umana- Enfasi in Teologia bisogna aver svolto: TS131 – Dottrina di Dio, TS332 – Escatologia

48.00 et131dr-paolo-de-petris
ET132 - La Fede Cristiana e le Religioni - Enfasi in Teologia

Scopo e obiettivi

“Consideriamo fuori dubbio che gli uomini abbiano in sé, per naturale sentimento, una percezione della divinità. Infatti, ad evitare che qualcuno potesse prevalersi dell’ignoranza come di una scusa, Dio ha impresso in tutti una conoscenza di se stesso, di cui rinnova il ricordo, quasi goccia a goccia…”. G. Calvino
Cosa significa pluralismo religioso? Il cristianesimo può essere considerato una religione? Le varie religioni del mondo possono essere considerate semplici varianti di un’unica verità a partire da un denominatore comune?
Queste e molte altre domande verranno affrontate e trattate in questo corso di approfondimento della Teologia Sistematica.
Per poter svolgere il corso ET132 – La Fede Cristiana e le Religioni – Enfasi in Teologia bisogna aver svolto: TS131 – Dottrina di Dio, TS332 – Escatologia

72.00 et132dr-paolo-de-petris
ET230 - Cristologia - Enfasi in Teologia

Scopo e Obiettivi

Per poter svolgere il corso ET230 – Cristologia –  Enfasi in Teologia bisogna aver svolto il corso TS230- Cristologia

Approfondimento della Cristologia.
Dalla  documentazione della tradizione giovannea, siamo risaliti fino alla struttura portante nei dialoghi nella Torah fra Dio e Mosè, considerando questa struttura molto significativa ai fini di rivelare una certa qual pluralità di soggetti divini, poco considerata fino ad ora e che creò, invece, molti problemi teologici ai giudei nel loro confronto-scontro  con la grande Chiesa nei primi anni dell’era cristiana…  Il tema troverà uno sviluppo nei padri della Chiesa… (Cristologia Primitiva – Dalla teofania del Sinài all’Io Sono giovanneo, W. Binni e B.G.Boschi, EDB)

120.00 et230dr-walther-binni
ET330 - Pneumatologia - Enfasi in Teologia

Per poter svolgere il corso ET330 – Pneumatologia –  Enfasi in Teologia bisogna aver svolto il corso TS330- Pneumatologia
Approfondimento della Pneumatologia.
Argomento fondamentale della dogmatica trinitaria.
Conoscere lo Spirito Santo come Persona e non solo come donatore.

120.00 et330dr-walther-binni
ET400 - Cristologia delle Lettera agli Ebrei

Scopo e Obiettivi 

“Dio, dopo aver parlato anticamente molte volte e in molte maniere ai padri per mezzo dei profeti, in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo del Figlio, che egli ha costituito erede di tutte le cose, mediante il quale ha pure creato l’universo. Egli, che è splendore della sua gloria e impronta della sua essenza, e che sostiene tutte le cose con la parola della sua potenza, dopo aver fatto la purificazione dei peccati, si è seduto alla destra della Maestà nei luoghi altissimi”. (Ebrei 1:1-3)

Affrontiamo la persona e l’opera del nostro Signore Gesù Cristo seguendo l’insegnamento della lettera agli Ebrei. Questo libro del Nuovo Testamento è un capolavoro della riflessione cristologica, e vuole dimostrare, come vedremo, l’assoluta superiorità di Gesù Cristo.

48.00 et400marcos-fernandez
ET401 - Le profezie messianiche

Scopo e Obiettivi 

La lista delle profezie chiamate “messianiche”, e quindi riferenti alla persona del Messia, è grandissima. Il Prof. Alfred Edersheim in uno degli appendici del suo capolavoro “The Life and Times of Jesus The Messiah”, ci dice che la lista di passi dell’Antico Testamento che si applicano al Messia negli scritti Rabbinici più antichi è di 456, così distribuiti: 75 dal Pentateuco, 243 dai Profeti, e 138 dagli altri Scritti. Questi a sua volta sono supportati da più di 558 citazioni separate dagli scritti Rabbinici. Inoltre, Edersheim ci dice che: “Nonostante tutto il lavoro e le cure, non si può pensare che la lista sia completa” .
Ovviamente qui citeremo soltanto alcune di esse e in modo molto sintetico. Con ogni profezia messianica si potrebbe fare uno studio di minimo un’ora… Speriamo comunque che questi esempi possano fornire allo studente una linea di base per ulteriore studio personale.

72.00 et401marcos-fernandez
NT224 - Lettera ai Filippesi

Scopo e Obiettivi
Questo corso tratta in maniera più approfondita gli aspetti introduttivi dell’epistola ai Filippesi. Per quanto concerne, invece, i contenuti veri e propri ci soffermeremo solo su alcuni punti, andando ad esaminare versi o passaggi ritenuti particolarmente interessanti per lo scopo di questi studi. Data la dimensione del corso, non possiamo soffermarci su ogni singolo verso, cosa che rimandiamo ad un eventuale corso di esegesi del libro in questione.

24.00 nt224dr-simon-pietro-de-liso
NT226 - Lettere ai Tessalonicesi

Scopo e Obiettivi
Questo corso tratta in maniera più approfondita gli aspetti introduttivi delle epistole ai Tessalonicesi.
Analizzeremo, inoltre, la relazione esistente tra le due epistole, guardando le molteplici posizioni che
esistono in ambito teologico. Per quanto concerne i contenuti, data la dimensione del corso,
lasceremo allo studente lo studio di un capitolo a scelta da approfondire in autonomia.

L’insegnante si aspetta da ogni studente:
• che apprenda i dati introduttivi e li sappia condividere senza alcuna difficoltà;
• che faccia proprie le nozioni di critica testuale che saranno fornite nel corso;
• che sappia comprendere e spiegare le relazioni (affinità e differenze) esistente tra le due
epistole ai Tessalonicesi;
• che intuisca la metodologia che bisogna seguire per lo studio introduttivo delle epistole
neotestamentarie.

48.00 nt226dr-simon-pietro-de-liso
NT321 - Lettere a Timoteo

Scopo e Obiettivi
Timoteo: Questo corso è uno studio avanzato sulle due epistole di Paolo a Timoteo. Queste lettere tradizionalmente sono considerate (con Tito) le lettere pastorali; istruzioni per giovani pastori che devono sapere come bisogna comportarsi nella casa di Dio. Questo ha portato ad una visione rigida della chiesa, per esempio nei confronti delle chiamate delle donne. Un’altra lettura vede le lettere a Timoteo come sostegno psicologico e spirituale del anziano apostolo al depresso, scoraggiato e rinunciatario collega più giovane. Dunque lettere occasionali, e non manuali di istruzioni teologiche. Entrambi questi approcci saranno esaminati nel corso. Inoltre la scuola liberale (e non solo) ritiene che le lettere sono pseudo- paoline, ossia non di Paolo, ma di qualche baldanzoso discepolo che aspirava alla successione apostolica. Si esaminerà i motivi che sostengono tale teoria. Chiaramente le epistole parlano della chiesa del primo secolo. Ma parlano anche alla chiesa di oggi. Questi temi saranno colti e discussi. Gli obiettivi per lo studente sono:

1. Conoscere il contenuto delle epistole a Timoteo.

2. Sapere riassumere gli approcci tradizionali, occasionali e liberali alle lettere.

3. Descrivere l’evoluzione psicologica e spirituale di Timoteo nel Nuovo Testamento

4. Descrivere l’atteggiamento di Paolo davanti alla situazione di Timoteo.

5. Conoscere i requisiti di vescovi e diaconi

6. Individuare i temi che parlano alla chiesa di oggi.

7. Dipingere un quadro della chiesa di Efeso ai tempi delle lettere.

24.00 nt321dr-antonio-rozzini
NT324 - Lettera di Giacomo

Scopo e Obbiettivi
La pratica dell’insegnamento di Gesù prende forma in questa epistola. L’incoraggiamento trasmesso ai credenti e la presa di coscienza della nostra posizione in Cristo saranno ampiamente trattati. Una lettura esegetica dei libri con enfasi sulle caratteristiche strutturali e teologiche.

24.00 nt324dr-roberto-bacicchi
NT325 - Lettere di Pietro

Scopo e Obbiettivi
La pratica dell’insegnamento di Gesù prende forma in queste epistole. La prima è una lettera di speranza in mezzo alle sofferenze e alle prove. Lo scopo è chiaramente quello di incoraggiare i destinatari a perseverare non solo nella coraggiosa professione della loro fede in Cristo… La seconda, esorta a mantenere la speranza fissa sul futuro glorioso che ci attende…

48.00 nt325dr-roberto-bacicchi
NT326 - Lettere di Giovanni

Scopo e Obbiettivi
Una lettura esegetica delle lettere con enfasi sulle caratteristiche strutturali e teologiche.
Giovanni insegna una dottrina del peccato e del perdono, della comunione con Dio e con la chiesa…
In queste lettere si vede il pericolo di dare enfasi solo alla verità o solo all’amore, mentre l’esortazione è a considerare entrambi gli aspetti…

24.00 nt326dr-roberto-bacicchi
NT327 - Lettera di Giuda

Scopo e Obiettivi
Questo corso tratta gli aspetti introduttivi dell’epistola di Giuda. Per quanto concerne i contenuti veri e propri ci soffermeremo solo su alcuni punti, andando ad esaminare versi o passaggi particolarmente interessanti. Inoltre, analizzeremo la relazione che esiste con la seconda epistola di Pietro. Data la dimensione del corso, non possiamo soffermarci su ogni singolo verso, cosa che rimandiamo ad un eventuale corso di esegesi del libro in questione.

L’insegnante si aspetta da ogni studente:
• che apprenda i dati introduttivi e li sappia condividere senza alcuna difficoltà;
• che sappia spiegare con precisione tutti gli accenni all’Antico Testamento che si ritrovano in Giuda;
• che sia in grado di comprendere le relazioni esistenti tra Giuda e 2 Pietro;
• che intuisca la metodologia che bisogna seguire per lo studio introduttivo delle epistole neotestamentarie

 

24.00 nt327dr-simon-pietro-de-liso
SC145 - Storia del Movimento Pentecostale italiano

Scopo e Obiettivi
Il movimento pentecostale si caratterizza teologicamente per l’esperienza della seconda opera della grazia, successiva alla conversione, un preciso momento di vita spirituale nell’ambito del processo di santificazione del credente. È il “battesimo di Spirito Santo”, già attestato nei movimenti metodista e di santità, che – nella tradizione pentecostale – si manifesta con la glossolalia.
Verranno presentati nel corso i principali aspetti della storia e dell’identità pentecostale concentrandosi sulle vicende italiane.

48.00 sc145dr-giancarlo-rinaldi
SC346- Antisemitismo

Scopo e Obbiettivo

La maggior parte dei Cristiani sa che gli Ebrei sono stati eletti da Dio per essere il suo popolo sulla terra e che questo popolo ha avuto un ruolo importante nella rivelazione di Dio al mondo. In realtà, la Bibbia è stata, per la maggior parte, scritta da Ebrei e si rivolge prima di tutto a loro.
Tutti i profeti erano Ebrei e il loro messaggio si indirizzava soprattutto al popolo d’Israele. Ma sembra che per la maggior parte dei Cristiani queste nozioni siano diventate secondarie, per non dire sorpassate…
Zaccaria 2:8: “Così dice l’Eterno degli eserciti: La sua gloria mi ha mandato alle nazioni che vi hanno depredato, perché chi tocca voi tocca la pupilla del suo occhio” .
Come Cristiani vogliamo diventare sempre più simili al Signore. Se questo è il caso, cerchiamo anche di vedere questo mondo come lo vede Lui. Alcuni mi sfidano dicendo: ‘Prendere posizione per Israele è prendere posizione per una causa ingiusta’… Ma come abbiamo visto prima con quei pochi versetti biblici, Dio stesso prende posizione per questa causa. Pensate che Dio potrebbe chiedervi di prendere posizione per una causa ingiusta? (da Israele, una sfida per la chiesa – Luc Henrist)

Il corso propone una breve storia dell’antisemitismo dall’era cristiana ai giorni d’oggi.

Questo corso si integra e si completa nei suoi contenuti con lo studio del corso SC350 – Teologia della Sostituzione

24.00 sc346dr-luc-henrist
SC350- Teologia della Sostituzione

Scopo e Obiettivi

Come rispondere a queste domande: Tutti i testi/autori attestano una separazione già avvenuta tra Israele e Chiesa? La relazione Chiesa/Israele assume normalmente la forma della sostituzione? Ci sono altre modalità di concepire il nesso Chiesa/Israele?

Il corso propone una breve trattazione sul pensiero della Teologia della Sostituzione, un itinerario di ricerca attorno alla questione teorica e pratica della sostituzione della Chiesa a Israele. Un’indagine relativa alle origini cristiane e agli snodi significativi della lunga durata delle posizioni teologiche e socio-politiche sottese. Si è preferito adottare la terminologia inglese supersessionism, che copre il largo spettro della problematica nella pubblicistica attuale per quanto attiene sia alla dimensione teologica e del dialogo ebraico-cristiano, sia alla storia delle idee e alle ricadute di carattere politico e identitario.
La teologia della sostituzione non è un incidente di percorso in cui è caduta la cristianità in un certo momento particolare della sua storia, ma una direzione sbagliata che ha imboccato davanti a un bivio che si è presentato molto presto nel suo cammino.
Col passare degli anni, le conseguenze teologiche, politiche, storiche sono diventate sempre più gravi e hanno spinto molti cristiani, o sedicenti tali, ad allontanarsi sempre più dalle origini evangeliche.

Questo corso si integra e si completa nei suoi contenuti con lo studio del corso SC346 – Antisemitismo

24.00 sc350dr-luc-henrist
TP151- Pedagogia dell'età evolutiva

Scopo e Obbiettivo

Con il termine pedagogia definiamo la scienza che studia l’educazione e la formazione dell’uomo nella sua interezza e nell’intero ciclo di vita. Materia, quindi, che esamina la metodologia, le finalità e i problemi connessi all’educazione dell’uomo in generale; in particolare dei fanciulli e dei giovani.
Accenni alla psicologia dello sviluppo e alle basi della comunicazione.
Sorvolo sui principi educativi di Maria Montessori e Jean Piaget.
“Gesù Cristo, il nostro pedagogo, ha tracciato per noi il modello della vita vera e ha educato l’uomo che vive in lui. Assumiamo dunque il salvifico stile di vita del nostro Salvatore, noi figli del Padre buono e creature del buon pedagogo. (Clemente Alessandrino)

24.00 tp151dr-antonio-amico
TP154 - Nozioni di Diritto Pubblico e Costituzionale - Diritto Ecclesiastico

Scopo e Obiettivo

In questo corso verranno gettate le basi di diritto e presentati alcuni temi fondamentali fra i quali: La norma giuridica – Le fonti del diritto – Il sistema della gerarchia delle fonti.

Per il Diritto ecclesiastico, verranno sviscerati, fra gli altri, temi quali: Lo Stato e il fenomeno religioso • Lo Stato teocratico • Lo Stato confessionale, Rapporti tra Stato e Chiesa, il giurisdizionalismo, le intese tra Stato e confessione religiosa, libertà religiosa, e molto altro.

Le conoscenze messe a disposizione in questo corso sono utili e fondamentali per coloro che vogliono responsabilmente e consapevolmente amministrare la chiesa nel suo contesto statale e legale.

48.00 tp154dr-valerio-piccolo
TP156 - La Preghiera

Obiettivi del corso

«Signore, insegnaci a pregare…». Ognuno di noi confesserebbe di credere nella “PREGHIERA”, ma quanti di noi credono veramente nel POTERE DELLA PREGHIERA?
“Lungi dall’essere una stampella psicologica o un sollievo nella sofferenza, la preghiera, fenomeno centrale nella vita religiosa, struttura la vita quotidiana ed è parte integrante della vita di una persona. Per la fede cristiana, essa è allo stesso tempo un privilegio, un’espressione di comunione, una necessità e una responsabilità; essa rappresenta anche il culmine delle virtù pratiche. Nella prospettiva biblica, la preghiera fa parte della risposta umana all’azione e all’iniziativa divina. … La preghiera è radicata nell’iniziativa divina e nelle promesse collegate alla sua fedeltà”. (Tratto da Dizionario di teologia evangelica – Bolognesi, De Chirico, Ferrari – EUN)

48.00 tp156dr-elio-marrocco
TP157 - Leadership Imprenditoriale Cristiana

Scopo e Obiettivi

La disponibilità di mettersi in gioco • Il piacere di fare la differenza con gli altri • L’insoddisfazione della situazione esistente • Assumersi la responsabilità mentre gli altri cercano scuse • Vedere in una situazione le opportunità mentre gli altri vedono problemi … e tanto altro.

 

48.00 tp157dr-giampiero-comi
TP159 - Parlare in Pubblico

Scopo e Obbiettivi

Arte di parlare in pubblico: parlare è un’arte che non è esclusiva degli artisti anche se esserlo un po’ non è un impedimento. Quali sono i canoni della comunicazione? Quanto importanza diamo alla nostra voce?
Quando parli gli ascoltatori sono distratti, infastiditi? Ti senti in difficoltà a parlare con efficacia in pubblico? Nel corso troverai validi strumenti per migliorare il tuo approccio alla comunicazione.
Parlare in pubblico significa esprimere, per mezzo del linguaggio articolato, pensieri, sentimenti ed emozioni in un luogo frequentato dalla gente, di fronte alla gente, davanti agli spettatori o all’uditorio. Si parla attraverso il suono generato dal nostro corpo che, a prescindere da cosa diciamo, parla direttamente all’inconscio e genera emozioni di diversa natura…

24.00 tp159dr-amleto-ravedoni
TP252- Pedagogia Genitoriale

Il bambino ha bisogno di una mano che lo guidi nel migliore sviluppo di sé stesso. Questo percorso equivale alla realizzazione del piano di Dio per la sua vita.
Molti neo genitori sono in difficoltà, non tanto perché non apprezzino il ruolo, ma per il fatto che si trovano ad affrontare problemi per i quali servono competenze che spesso non hanno. Allevare un figlio non significa prendersene cura solo dal punto di vista fisico: una crescita felice include anche un lavoro sul carattere del bambino il quale, a sua volta, richiede informazioni e stimoli giusti, indicazioni coerenti che lo aiutino a diventare una persona felice, autonoma e affidabile, in grado di rispondere delle proprie azioni e dei doni ricevuti. Al genitore non è chiesto di avere obbligatoriamente conoscenze mediche o pediatriche, quello perché ci si aspetta che sappia indicare al bambino la via da seguire. Un genitore deve sapere come educare il proprio figlio…
Nell’infanzia di Gesù abbiamo un modello virtuoso di crescita per l’educando, in Gesù adulto abbiamo un perfetto modello di educatore alla fede.

24.00 tp252dr-antonio-amico
TP255- Adolescenza

Scopo e Obbiettivo
L’obiettivo della nostro Corso è comprendere la grande opportunità (e quindi responsabilità) che abbiamo di ministrare agli adolescenti e di farlo nella maniera più opportuna ed efficace.
Svolgeremo questo Corso dando uno sguardo veloce al contesto e alla condizione odierna dell’adolescenza, per poi affrontare le dinamiche dell’adolescenza come processo di sviluppo del bambino in adulto e le caratteristiche proprie dell’adolescente.

 

48.00 tp255dr-fabio-notarnicola
TP452- Pedagogia Cristiana

Scopo e Obbiettivo
Il bambino è come un seme che, piantato nel terreno giusto, (la famiglia) e curato nel rispetto del piano divino, diventa esattamente ciò che deve divenire. Dio ha infatti dotato il fanciullo di una propria identità, doni e talenti unici. Tale preziosità deve essere protetta: così come il seme ha un rivestimento (tegumento) di protezione a tutela dell’embrione, dei suoi valori nutritivi e delle caratteristiche uniche del seme, allo stesso modo, all’educatore cristiano sarà affidato il compito di formare e proteggere. Compito dell’educatore cristiano è proteggere il bambino, in un ambiente idoneo, facendo in modo che cresca, si sviluppi spiritualmente, cognitivamente e fisicamente nel rispetto dell’identità e del piano che Dio ha per lui.
Nel corso verranno trattati le Basi di pedagogia, le definizioni e gli scopi.

24.00 tp452dr-antonio-amico
TP460 - Musica Adorazione Evangelizzazione.BASE

Scopo e Obiettivi 

Parleremo di fondamenti dottrinali e teologici, cercando di avvicinare questi due concetti il più possibile alla nostra vita giornaliera.

Dove possiamo trovare la giusta conoscenza di Dio? Nella verità rivelata della Scrittura. Chi serve attraverso la musica avendo una conoscenza approssimativa della Bibbia non potrà essere un servitore fedele ed efficace.

Come possiamo ottenere questa conoscenza? Semplicemente leggendo la Bibbia OGNI GIORNO ed applicando una severa disciplina al nostro studio giornaliero: questo corso va proprio in questa direzione! Nessuno può avere una forma fisica invidiabile senza avere una vita disciplinata all’esercizio fisico: allo stesso modo la disciplina deve essere applicata allo studio attento della Parola di Dio.

Questo corso è stato ideato per gli studenti della Shepherd International University e vale 1 crediti, ma può essere acquistato da chiunque voglia questo tipo di formazione.

Alla fine di ogni modulo ci saranno degli “Study Quiz” in modo da fare un’autovalutazione delle conoscenze acquisite e valutare i progressi ottenuti.

24.00 tp460dr-fabio-micco
TS332- Escatologia

Scopo e Obbiettivo

Dal greco eschatos (ultimo), il termine si riferisce alla dottrina delle ultime cose.
In contrasto con la visione ciclica della storia secondo cui l’universo è legato a un ciclo che si ripete all’infinito, la rivelazione speciale divina condusse gli Ebrei a considerare la storia verso un obiettivo futuro. Anche se i profeti dell’Antico Testamento pensavano che Dio giudicasse e salvasse all’interno della storia , svilupparono la speranza di una soluzione finale della storia, con la quale Dio avrebbe estirpato il male e stabilito un’età permanente di salvezza, pace e giustizia…
Nel suo ministero (Gesù) il tanto atteso tempo della salvezza è stato inaugurato, il regno di Dio si è avvicinato (Marco 1:15)… Eppure il regno non è pienamente arrivato… (da Dizionario di Teologia Evangelica – Bolognesi, De Chirico, Ferrari – EUN)

48.00 ts332dr-antonio-rozzini
TS333 - Antropologia

Obiettivi del corso

Dio ha creato il cosmo per manifestare la propria gloria, potenza e sapienza e offrire le coordinate per relazioni ricche e significative; ha creato l’uomo come un essere caratterizzato da molteplici relazioni; dirige la storia in cui si manifesta l’impegno dell’uomo; controlla le creature angeliche. Nel complesso si può affermare che esiste un rapporto tra Dio e ogni altra realtà. Il cosmo, l’uomo, la storia e gli angeli non hanno senso a se stanti, ma solo nel loro rapporto con Dio. Egli è il soggetto per eccellenza e nulla può essere pensato prescindendo da Lui. Posta in questi termini, la materia può essere molto ampia e per certi versi sconfinata. Pur essendo coscienti di una tale ampiezza, si è scelto d’organizzare la riflessione attorno a quattro aree principali. Si tratta del cosmo, dell’uomo, della storia e degli angeli… (da Elementi di Antropologia – IFED)

96.00 ts333dr-pietro-bolognesi
TS411 - Apologetica

Scopo e Obbiettivo

L’apologetica cristiana è una disciplina che studia l’arte della persuasione, con l’intento di difendere e raccomandare la prospettiva biblica del mondo. … Al suo centro c’è il LOGOS che fornisce ragioni o motivi per la fede. … L’apologetica, pur essendo intesa come risposta all’incredulità, può essere usata anche per il perfezionamento e l’edificazione dei credenti. Le Scritture identificano la predicazione del Vangelo con il fare apologetica. … Una delle principali caratteristiche della missione dell’apostolo Paolo era di difendere il Vangelo di Cristo davanti a uditori tanto ebraici quanto pagani, fra cui anche governatori e magistrati.
Le questioni costanti sono: il problema del male, la creazione e i dati osservabili, i miracoli, la filosofia e la fede, il Giudaismo, l’Islam, l’esistenza di Dio, la politica, la cultura, le religioni non cristiane. … In epoca moderna, si è dato nuovo impeto alla razionalità umana, al metodo scientifico e al progresso della storia. Di conseguenza l’apologetica cristiana si è sviluppata in molte e diverse direzioni. (da Dizionario di teologia evangelica – P. Bolognesi, L. De Chirico, A. Ferrari)

48.00 ts411dr-paolo-de-petris
TS532 – La Confessione di Fede

Scopo e obiettivi

Il Cristianesimo è l’unica religione numericamente consistente ad avere dato origine ad una Confessione di Fede. Certamente vi sono religioni che hanno dei documenti scritti, che esprimono la loro concezione filosofica ed etica, ma non hanno un’ortodossia. Già questo denota l’originalità del Cristianesimo, che ha sempre rifiutato di considerarsi soltanto etico.
Perché i cristiani hanno bisogno di Credi e Confessione di Fede? Che posto occupa la Confessione di Fede nelle Sacre Scritture? Che concezione abbiamo oggi della fede? La fede è soltanto sentimento o anche razionalità?

Il corso vuole rispondere a queste e a molte altre domande, analizzando le prime Confessioni di Fede riportate nell’Antico e nel Nuovo Testamento arrivando agli interrogativi dei nostri giorni, ad esempio: “La fede esclude il dubbio?”

48.00 ts532dr-paolo-de-petris